HOME
CHI SIAMO
TEATRO
ASSOCIAZIONE

L’ Associazione Culturale Urlo – Teatro dell’ Urlo si è distinta negli ultimi anni per la produzione di eventi legati alla drammaturgia contemporanea.

Si parte dal recupero di “All Strange Away” (prima rappresentazione Agosto 1999 Festival Int. di Montalcino), un importante inedito di Samuel Beckett,  realizzato in collaborazione con la casa editrice SE di Milano e “Something in the Air” (Qualcosa nell’aria) di Richard Dresser (prima rappresentazione  Agosto 2000 - Festival Int. di Montalcino), già prodotto da Sam Mendes,  il regista premio Oscar del film “American Beauty”.

Nel 2001  “Penetrazioni” di Gianmaria Cervo (Aprile 2001 - Jacksons’ Lane Theatre di Londra), Garage Olimpo” ( Agosto 2001 Montalcino – Viterbo – Ponza – Siena Viterbo (Università) – Roma) dall’omonima opera cinematografica di Marco Bechis, scritto per il teatro dallo stesso Bechis con Lara Fremder (cosceneggiatrice del film) e Giancarlo Brancale. Spettacolo prodotto in collaborazione con il Festival Internazionale di Montalcino, il Festival Quartieri dell’Arte di Viterbo, e l’associazione Beat 72 di Roma Quindi la ripresa di “Something in the Air” (Qualcosa nell’aria) di Richard  Dresser (Settembre 2001 - Roma) e la versione in tedesco de “Il Cerchio” di Carlo Fineschi (Ottobre 2001 - Deutsches Schauspielhaus - Teatro Nazionale di Germania Amburgo).

Tra le altre iniziative: la rassegna “Nuove Scritture” organizzata nel 2001 a Caprarola (Viterbo) all’interno delle scuderie di Palazzo Farnese. Il programma si articolava in una serie di produzioni di nuova drammaturgia italiana e europea e di giornate di riflessioni sul “new playwriting”. Tra i testi proposti: Never Land” di Phyllis Nagy per la traduzione italiana di Ida Rubini e la regia dello stesso Phyllis Nagy,  (autore di primo piano del mondo anglosassone, drammaturgo in residenza del prestigioso Royal Court Theatre di Londra). A margine i convegni sulle opere teatrali di  Martin Crimp e Mark Ravenhill,  Sara Kane e Tony Kushner.

Il convegno “Un giorno, per non dimenticare” (Diritti umani, desaparecidos e aspetti sociali e politici in Argentina), manifestazione organizzata al S. MARIA DELLA SCALA  di  Siena in collaborazione con il Comune di Siena. Ospiti della serata: Italo MORETTI (giornalista), Marco BECHIS (regista del film Garage Olimpo), e Jorge ITURBURU (promotore  del processo in Italia contro i generali argentini)

A Febbraio 2002   tre date italiane dello spettacolo Garage Olimpo” (Bologna – Torino Colle Val d’ Elsa),  due debutti: “Frankestein food” di Giancarlo Brancale (Agosto 2002 Festival Int. di MontalcinoFestival del Teatro Italiano di PonzaFestival Nuovi Scenari  Roma) e “Chi ca..o ha iniziato tutto questo” di Dejan Dukovski, (Agosto 2002 Festival Quartieri dell’Arte di Viterbo), dall’autore della sceneggiatura del film “la Polveriera”, un testo mai rappresentato in Italia. Infine  due riprese a Roma: “All strange away” (Teatro Comunale di Formello) e “Qualcosa nell’aria” (Teatro Politecnico) e due manifestazioni dedicate ai desaparecidos:

Un giorno, per non dimenticare  (Diritti umani, desaparecidos e aspetti sociali e politici in Sud America), organizzata al TEATRO S.MARTINO  di  Bologna in collaborazione con il gruppo Libero e Abuelas  al Teatro Vascello di  Roma in collaborazione con la XVI Circoscrizione del Comune di Roma. Ospiti della serata: Estela Carlotto (fondatrice delle Abuelas e candidata al premio Nobel per la pace) Moni Ovadia, Lina Sastri, Aires Tango ecc…

Nel 2003 parte il progetto denominato Radiourlo, realizzato con il contributo della Regione Toscana, con  ad aprile il debutto di “Rewind”   di Giancarlo Brancale  al Teatro Colosseo di Roma e successivamente al Teatro degli Astrusi di Montalcino.   Ad agosto  Disturbi di memoria” di Manlio Santanelli  al Festival Internazionale di Montalcino e della Val d’Orcia ed in replica al Festival del Teatro Italiano di Anzio, al Festival Nuovi Scenari di Roma e al Festival “Nel Romanico” di Buttigliera d’Asti (Torino).  A novembre il debutto di Hilda di Marie Ndjaye al Festival Quartieri dell’Arte di Viterbo e a dicembre al Teatro degli Astrusi di Montalcino. Sempre nell’estate del 2003, il debutto de “L’uomo più crudele” di Gianmaria Cervo al Teatro il Rivellino di Tuscania (Viterbo) per il Festival Quartieri dell’Arte e una nuova replica di “Chi cazzo ha iniziato tutto questo” di Dejan Dukovsky.

Il 2004 è il secondo anno del progetto denominato Radiourlo, realizzato con il contributo della Regione Toscana, con la ripresa di Garage Olimpo dal film di Marco Bechis al Teatro della Cometa di Roma, quindi il debutto di Calcedonio di Manlio Santanelli al Festival Nuovi Scenari di Roma e al Festival Internazionale di Montalcino e della Val d’Orcia.

Ad Ottobre altro debutto è quello di Figli della neve e In due (Two’s company and child of the snow) di Lee Hall al Festival Quartieri dell’Arte di Viterbo,  al Festival Varii Venerdì di Colle Val d’Elsa (Siena) ed nella rassegna Inverno in Val d’Orcia di Montalcino.

A Novembre lo spettacolo  “La mia ultima contessa” di R. Browning a Casperia (Rieti)

Nel 2005 ancora repliche di Figli della neve e In due  di Lee Hall (Febbraio  Rassegna Inverno in Val d’Orcia, Montalcino; Giugno – Festival Teatrinmovimento, Bassano del Grappa; Luglio - Festival delle Aie, Fara Sabina) e i debutti di Uscita d’emergenza di Manlio Santanelli per il Festival Internazionale di Montalcino e delle Val d’Orcia e di Notturno di Adam Rapp per Il Festival Quartieri dell’Arte di Viterbo.  Seguono le repliche di Calcedonio di Manlio Santanelli  alla Sala Ferrari di Napoli dal 14/10/2005 al 16/10/2005 e al Teatro dei Varii di Colle Val d’Elsa per la Rassegna Varii Venerdi il 17/11/2005.

Il 2006 si apre con il debutto di Storie di Pupazzi Sapienti di Serena Michelotti da un dilemma di W. Shakespeare - omaggio a Orazio Costa Giovangigli al Teatro Stanze Segrete di Roma dal 31/01/2006 al 12/02/2006 per la regia di Serena Michelotti.

Seguono ad aprile le repliche di Calcedonio a Castro dei Volsci (Frosinone), Roma (Teatro della Cometa Off) e Salerno (Teatro Nuovo).

Ad agosto il debutto di Assenze testo e regia di Carlo Fineschi e Vito Mancusi al Festival Internazionale di Montalcino e della Val d’Orcia ed a novembre le repliche di Garage Olimpo al Teatro l’Orangerie di Roma.

Conclude la stagione, a dicembre, la replica di Calcedonio al Teatro dei Leggeri di San Gimignano.

Nel 2007 l’Associazione Culturale Urlo prosegue con il progetto “Radio Urlo” con tre nuove produzioni teatrali di cui due prime nazionali assolute. 

Da segnalare le repliche di Garage Olimpo dal film di Marco Bechis al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino e di Calcedonio di Manlio Santanelli (sempre in coproduzione con Aramis) a Monte Romano (Viterbo), Radicondoli e Prato,

Ad agosto la prima nazionale al Festival Internazionale di Montalcino e della Val d'Orcia de "La conferenza di Yalta" di Oriza Hirata,  uno dei più importanti autori teatrali giapponesi contemporanei ed a Settembre le repliche al Piccolo Teatro "Paolo Grassi" di Milano ed al prestigioso Palazzo dei Priori di Viterbo per Il Festival Quartieri dell'Arte.

Il mese di Ottobre segna due debutti sempre per il Festival Quartieri dell'Arte di Viterbo: The Baby Dance di Jane Anderson già prodotto  da  Jodie Foster per HBO  ed  After  Miss Julie  una versione di Patrick Marber de La Signorina Julie di August Strindberg

Site Map